Il ritratto di un ricercatore PROSNOW: Paola Marson

pubblicato in: Non categorizzato | 0

1) Ciao Paola, ci puoi raccontare qualcosa di te?

In questo momento sto facendo il Post Doc presso Meteo France, a Tolosa, ho studiato statistica ed ho un dottorato in Climate Change. Mi occupo di metodi statistici per la correzione dei bias di modelli climatici e del downscaling delle previsioni su scale temporali diverse. Mi interesso anche della spazializzazione in campo metereologico, in particolare per quanto riguarda lo studio delle aree montane.

2) Qual’è il tuo compito all’interno del progetto PROSNOW?

Assieme a Christian Viel, produco le previsioni relative ad una serie di variabili atmosferiche (come ad esempio la temperatura dell’aria, precipitazioni, vento… ), le quali saranno gli input dei vari modelli del manto nevoso utilizzati nel progetto. Poiché le previsioni sono richieste per ogni distinta area di una data stazione sciistica, dobbiamo ricorrere a metodi statistici per proiettare o fare del downscaling dei dati provenienti da modelli climatici, con una risoluzione originale generalmente più grossolana. Un aspetto molto interessante è che, per PROSNOW, forniremo le previsioni combinando previsioni meteorologiche, sub-stagionali e stagionali.

3) Quali sono le tue aspettative su PROSNOW?

Mi aspetto che PROSNOW sviluppi uno strumento che sia progettato sulle esigenze degli addetti allo snow management e, allo stesso tempo, che faccia affidamento su strumenti di previsione all’avanguardia. In questo senso, credo che costituirà un supporto pratico e affidabile per prendere decisioni riguardanti la produzione della neve e la gestione delle piste, verso un uso più efficiente e sostenibile delle risorse naturali.

I commenti sono chiusi.