Il ritratto di un ricercatore PROSNOW: Carlo Marin

pubblicato in: Non categorizzato | 0

1. Puoi raccontarci qualcosa di te?

Sono un ricercatore che lavora all’Eurac Research di Bolzano, in Italia. Ho un dottorato di ricerca nel telerilevamento dopo aver completato i miei studi universitari in ingegneria delle telecomunicazioni. Il mio focus di ricerca è sull’analisi dei dati di telerilevamento multi-sorgente e multi-temporale per il monitoraggio della criosfera alpina. Nel mio tempo libero, mi piace stare in montagna, sciare o semplicemente fare escursioni con i miei amici.

2. Quale è il tuo ruolo all’interno del progetto PROSNOW?

Insieme a Claudia Notarnicola e Valentina Premier, mi occupo della raccolta, preparazione e gestione dei dati per le simulazioni della neve. Inoltre, sovrintendiamo alla convalida delle simulazioni della neve posteriore con dati di telerilevamento. In particolare, sfruttando le tecniche di machine learning all’avanguardia, abbiamo ricavato mappe di copertura nevosa da dati Copernicus Sentinel-2 ad alta risoluzione in aree con bassa incertezza da utilizzare come mappe di copertura nevosa di riferimento per le attività di validazione.

3. Quali sono le tue aspettative sul progetto PROSNOW?

PROSNOW può essere un punto di svolta per tutte le stazioni sciistiche che desiderano aumentare la loro efficienza in termini di risparmio di acqua ed energia nella produzione di neve. Ciò renderà le attività ricreative invernali più sostenibili e consentirà lo sviluppo locale di aree montane svantaggiate in un ambiente influenzato dai cambiamenti climatici.

I commenti sono chiusi.